Di solito interagisco con le mamme sulla mia pagina Facebook e uno dei dubbi che mi manifestano di più riguarda proprio il curriculum, nel momento in cui io consiglio di realizzarlo e averlo sempre a portata di mano.

“Ma io lavoro in autonomia, non mi propongo come dipendente”, è la principale obiezione.

Ebbene, il curriculum per mamme freelance è indispensabile e serve davvero. Magari non sempre viene richiesto, a differenza del portfolio lavori, ma sarebbe un peccato perdere un’occasione interessante perché non si ha pronto un Cv!

Ovviamente so che hai mille impegni e zero tempo libero ma ti garantisco che non avrai bisogno di ore per realizzare un curriculum graficamente interessante ed efficace.

Come realizzare il tuo curriculum per mamme freelance

Qui di seguito ti propongo un paio di soluzioni davvero rapide per realizzare il tuo curriculum per mamme freelance. Essendo online puoi modificarlo, aggiornarlo ogni volta che vuoi o personalizzarlo (nel secondo caso) a seconda del mittente della tua e-mail.

Curriculum con Linkedin

Per chi conosce questo social sa bene che non si tratta di un mero CV online. Linkedin è molto utile per costruire la propria immagine professionale a tutto tondo. Non solo l’elenco delle esperienze lavorative maturate ma puoi inserire anche progetti personali, puoi scrivere i tuoi articoli su Pulse (una sorta di blog personale su Linkedin), puoi pubblicare i tuoi contenuti ma soprattutto puoi selezionare un bel network di professionisti con cui interagire a livello lavorativo.

C’è però una funzionalità molto utile che Linkedin mette a disposizione, che è proprio il download del CV in formato PDF, in pochi secondi.

È sufficiente aprire la pagina del tuo profilo, cliccare sul pulsante bianco “Altro” a destra e scegliere l’opzione Salva come Pdf. Il tuo CV è pronto, direttamente salvato sul tuo Pc e pronto per essere utilizzato.

Per quanto riguarda l’aspetto grafico, di certo non è originale ma è efficace. Io lo utilizzo all’occorrenza, soprattutto per le aziende. In particolare queste ultime chiedono sempre un Cv per scegliere i loro consulenti esterni e le collaborazioni da remoto.

Ma probabilmente ti starai chiedendo: e se non ho Linkedin? Come faccio? Ecco la mia idea.

Curriculum con Canva

Canva è uno strumento di progettazione grafica davvero molto avanzato nel suo genere ma talmente semplificato che risulta essere alla portata di tutti. Bastano pochi click per realizzare tantissime idee, semplicemente cliccando su un modello predefinito. Ad esempio, in pochi minuti puoi creare:

  • biglietti da visita
  • volantini
  • brochure
  • poster
  • loghi
  • infografiche
  • inviti per venti
  • copertine per libri e riviste

…………..e ovviamente CV!

Accedere a questa miniera di risorse è molto facile:

  1. vai sul sito www.canva.com
  2. iscriviti per creare un account
  3. utilizza tutte le risorse free a disposizione

Se hai bisogno di funzionalità più avanzate, è possibile sottoscrivere un abbonamento di pochi euro al mese ma già la versione gratuita sono certa che ti darà grandi soddisfazioni.

Per quanto concerne l’argomento di oggi, accedi a Canva e clicca sulla voce “Modelli”. A questo punto cerca nell’apposita barra “Curriculum Vitae” e scegli il modello che dal punto di vista grafico, ti attira maggiormente.

Non resta che inserire i tuoi dati, le informazioni salienti della tua carriera e i contatti ed ecco il tuo nuovo CV pronto all’uso!

Personalmente utilizzo spesso Canva, anche per modificare immagini e creare cartoline, soprattutto per i post dei social network. L’altra dritta che aggiungo, è che con Canva puoi realizzare anche il tuo portfolio clienti (al quale ho dedicato già un articolo, suggerendoti l’utilizzo della presentazione di Google Drive).

Ovviamente si tratta di soluzioni altrettanto valide ma il mio interesse su questo blog è quello di farti conoscere diversi strumenti utili al tuo lavoro di mamma freelance.

Mamme al lavoro da casa: cosa inserire nel curriculum per differenziarsi?

Se mi segui o hai letto il mio profilo sai che provengo dal mondo delle risorse umane. Ho indirizzato la mia formazione post-universitaria in questo senso e ho lavorato sia nell’ambito della selezione/gestione che della formazione del personale. Per questo, parlando di CV, credo ti saranno utili questi consigli riguardanti le informazioni da inserire:

  • chi seleziona una figura professionale non ha interesse a giudicare la persona o “spiare” la sua vita online: l’unica esigenza che ha in quel momento è trovare una soluzione al suo problema! Quindi spiega perché sei la persona giusta per quel lavoro e non limitarti semplicemente ad elencare ciò che hai fatto nel corso degli anni
  • per questa stessa ragione, ho sempre guardato con interesse alle attitudini personali, che rivelano molto del carattere di un individuo. Se ci pensi, due persone possono frequentare fianco a fianco le stesse scuole: cosa però le rende diverse e uniche?
  • e poi un pizzico di originalità non guasta mai. Questo aspetto non riguarda solo la presentazione grafica del CV. Ciò a cui io tengo tantissimo ad esempio, ogni volta che contatto un’azienda/agenzia/privato, è scrivere due righe di presentazione nella e-mail, così come mi viene in quel momento, senza mai fare copia e incolla.

E ricorda che la maternità è un valore aggiunto! Ecco le skill da inserire nel cv se hai figli!

Magari sulla lettera di presentazione facciamo qualche riflessione in più in un prossimo articolo!

Che ne pensi? Hai già realizzato il tuo curriculum per mamme freelance che ti rappresenta al meglio?

Se hai bisogno di altre info, ti rispondo nei commenti.

Natalia Piemontese

Natalia Piemontese

Sono Natalia, mamma freelance e da più di 10 anni lavoro sul web come ghostwriter. Ho contribuito a decine di blog professionali e scritto libri, dedicandomi in particolare a business e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), spero di poterti essere utile nel gestire il tuo blog e aiutarti a creare il tuo brand.

Leave a Reply