Skip to main content

Il decreto di maggio è arrivato, lo ha annunciato il premier Conte ieri sera in diretta. Si chiama decreto Rilancio e prevede aiuti e sostegno economico per molte categorie di lavoratori e non.

Cosa spetta alle mamme freelance? Vediamo nel dettaglio tutto ciò che possiamo richiedere per lavorare da casa e gestire i figli (senza scuola) contemporaneamente.

Mamme freelance, gli aiuti per lavorare con i figli

Certo che lavorare da freelance durante un’epidemia è un esperimento sociale quanto epocale. E per quanto faticoso, le mamme che lavorano da casa perlomeno non devono pensare a chi andare a lasciare i figli (per quanto si rischi il burn out)!

Ecco allora gli aiuti previsti da oggi in poi:

  • bonus 600 euro per aprile. Chi ha fatto domanda e avuto diritto al bonus di marzo (anch’esso di 600 euro) ora potrà riceverlo in automatico. Riceverà anche un altro contributo a fondo perduto per il mese di maggio (che quindi verosimilmente verrà pagato a giugno) e sarà di 1000 euro. I requisiti indispensabili a questo tipo di aiuto è l’iscrizione alla gestione separata dell’Inps
  • 500 euro per le vacanze. È previsto un bonus fino a 500 euro per le coppie con bambini, con Isee al massimo fino a 40 mila euro. Il bonus è in forma di tax credit, da spendere tra luglio e dicembre, quindi come credito d’imposta per il futuro
  • prestito agevolato con Garanzia dello Stato al 100%. In quanto freelance è possibile richiedere un prestito (con tasso d’interesse contenuto) da restituire al massimo in 72 mesi e con pre-ammortamento di 2 anni. La domanda si presenta al proprio istituto bancario di fiducia (se aderente), presentando l’ultimo modello Unico. È possibile ottenere fino ad un massimo del 25% del fatturato dell’anno precedente
  • Bonus baby sitter, può arrivare anche a 1200 euro e si può utilizzare anche per centri estivi e servizi per l’infanzia. Da informarsi presso il proprio Comune
  • Bonus mobilità, per chi risiede in Comuni con almeno 50 mila abitanti. Il buono rimborsa al massimo il 60% della spesa sostenuta e comunque non può superare i 500 euro. Si può utilizzare per acquistare bici, overboard, monopattini, mezzi a pedalata assistita.

 

Natalia Piemontese

Natalia Piemontese

Sono Natalia, un Master in Risorse Umane, due figlie e dal 2009 sul web come ghostwriter e copywriter. Ho collaborato con decine di blog professionali e scritto libri, dedicandomi in particolare a business e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), posso aiutarti a creare il tuo brand e gestire un blog.

Leave a Reply

Apri chat
Ciao e benvenuta! Il blog #mammachebrand ti aspetta con tanti articoli per lavorare online da casa.
Questo mese trovi il Corso di Blogging su Wordpress a un prezzo speciale!
Vuoi saperne di più?