Sapete di dov’è la ricetta originaria? Di Fiumefreddo Bruzio, uno tra i borghi più belli in Calabria, nonché località in cui ho soggiornato durante l’estate. E proprio per chiudere in bellezza (anche gastronomica) questo mese di agosto, vi propongo la frittata di patate fiumefreddese, buonissima in estate ma che si farà apprezzare anche nelle serate d’inverno, ne sono certa!

Ecco cosa occorre per prepararla e come procedere.

Come preparare la frittata di patate

Nonostante il suo nome, questa frittata di patate non prevede uova. Ebbene sì.

Ingredienti 

  • circa 2 kg di patate
  • 3 cucchiai di farina
  • 1 cucchiaio di origano
  • 1 cucchiaio di rosmarino
  • 5-6 cucchiai di olio evo
  • peperoncino (se vi va) sale e pepe qb
  • uno spicchio di aglio opzionale

Procedimento

La frittata di patate è quindi davvero basica per quanto riguarda gli ingredienti. Tutta la sua bontà risiede dunque nella preparazione.

Iniziate col pelare le patate e tagliarle a fettine sottili, di circa mezzo centimetro di spessore ciascuna. Ora prendete una ciotola abbastanza capiente, in modo che le rondelle non si ammassino una sull’altra. Cospargete con la farina, l’origano, il rosmarino, il sale e, per chi lo gradisce, anche il peperoncino.

Mescolate bene il tutto. Scaldate l’olio nella padella a fiamma viva, aggiungete le patate così condite e lasciate per un paio di minuti. Dopo ricoprite con un piatto piano, che permetterà al tutto di cuocersi a dovere. Ora la fiamma deve essere al minimo. Dopo una mezz’oretta girate il tutto e, secondo le stesse modalità, continuate per un’altra mezz’ora la cottura.

Occorre dunque circa un’ora per preparare la frittata di patate ma il vantaggio è che potete metterla sul fuoco mentre cucinate il pranzo e avere quindi la cena già impostata. Non resta che aggiungere una mozzarella in accompagnamento ad esempio e un bel piatto di verdure o d’insalata.

Buon appetito!

Natalia Piemontese

Natalia Piemontese

Sono Natalia, mamma freelance e da 10 anni lavoro sul web. Ho contribuito a decine di blog professionali, dedicandomi in particolare a risorse umane e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), spero di poterti essere utile nel gestire il tuo blog e aiutarti a creare il tuo brand.

Leave a Reply