Skip to main content

Prendiamo spunto da un suggerimento di una lettrice che scrive alla redazione, per introdurre questo nuovo argomento e scoprire cos’è il lavoro ibrido e che significa.

Mi piacerebbe che il tuo prossimo articolo di Creatori di Brand parlasse di mamme
freelance e trasferte di lavoro, magari attraverso un’intervista a chi già vive
quest’esperienza. Secondo me, sarebbe interessante capire se è in qualche modo
praticabile un lavoro in modalità ibrida anche lontano da casa, che quindi richieda anche
la presenza fisica sul luogo di lavoro, quando hai dei figli piccoli.

Un ottimo spunto di riflessione, che cogliamo al volo, visto anche il proliferare di annunci di lavoro alla ricerca proprio di posizioni in modalità ibrida.

Lavoro ibrido, che significa? Che lavorare da casa per le mamme è più sostenibile

Avere la possibilità di alternare alcuni giorni a casa ed altri in ufficio senza dubbio rappresenta una grande opportunità per favorire l’equilibrio tra lavoro e vita familiare.

Il maggior beneficio si ottiene nel momento in cui la sede aziendale è in città. Ecco che allora ogni giorno trascorso a casa a lavorare diventa occasione per dedicarsi alla casa e alla famiglia, evitando sprechi di tempo quali gli spostamenti e la pausa pranzo forzata.

Più complicato potrebbe risultare ad esempio il lavoro ibrido con la sede aziendale che si trova in un’altra città. Oggigiorno, soprattutto per chi è originario del sud, questa modalità di lavoro permette di vivere nella propria terra, senza rinunciare a una carriera. Ovviamente, bisogna mettere in conto le trasferte e quindi i viaggi di lavoro periodici per recarsi in sede.

Per una donna con figli piccoli, a questo punto, la situazione potrebbe complicarsi. Inutile nascondersi dietro a un dito: se parte il papà, l’organizzazione in casa resta immutata, se invece è la mamma a doversi assentare per qualche giorno, la situazione si complica irrimediabilmente.

Attendiamo le vostre testimonianze, così da realizzare un’intervista per il nostro blog.

Sei una mamma che lavora in modalità ibrida? Contattaci.

Che si intende per lavoro ibrido

In realtà non è una novità, dal momento che il lavoro ibrido è già conosciuto, a livello internazionale: si tratta del cosiddetto hybrid working.

In sostanza, il lavoratore ha la possibilità di svolgere le proprie mansioni sia da remoto (che sia da casa o da un altro luogo in cui si trova), sia in sede aziendale, ad esempio recandosi ogni tanto in ufficio per una riunione o fare il punto della situazione.

Di norma, dovrebbe esserci alla base un contratto di lavoro di tipo dipendente, che regolamenta queste specifiche modalità di esercizio della professione.

Oggigiorno però è ormai consuetudine proporre questo genere di collaborazione anche a freelance con partita Iva, che lavorano dal proprio ufficio in casa ma, all’occorrenza, devono presentarsi in azienda per alcuni compiti specifici.

Cosa vuol dire ibrido su Linkedin

Chi è alla ricerca di lavoro o di un percorso di crescita professionale (e orientarsi verso nuovi orizzonti ad esempio), senza dubbio ha un profilo su Linkedin attivo.

Impostando le notifiche riguardanti gli annunci di lavoro più in linea con le proprie competenze/esperienze, si ricevono le offerte direttamente nella propria casella di email.

Ebbene, a seguito del lockdown e del periodo della pandemia, le posizioni aperte in modalità ibrida sono aumentate a vista d’occhio.

Negli anni 2020/2021 è stato invece il lavoro da remoto a registrare un boom di richieste, così come la modalità in smart working è stata una scelta obbligata per chi ha un contratto di lavoro come dipendente.

I vantaggi riscontrati nel permettere ai collaboratori di lavorare da casa sono stati notevoli. Questo è uno dei motivi principali per cui molte aziende hanno deciso di continuare a proporre questa modalità per il lavoro del proprio personale.

Cosa vuol dire lavorare in remoto

Semplicemente, significa lavorare a distanza. Grazie a un computer e a una connessione a internet, il collaboratore ha la possibilità di svolgere il lavoro di competenza da casa oppure da un altro luogo a lui congeniale, che si tratti di un hotel se è in viaggio o di uno spazio di coworking, un cafè e via di seguito.

Ciò che conta è il risultato e la consegna del lavoro atteso entro le scadenze prefissate.

Qual è la tua esperienza in merito? Lascia il tuo commento per condividerla.

Natalia Piemontese

Sono Natalia, un Master in Risorse Umane, due figlie e dal 2009 sul web come redattrice e copywriter freelance. Ho collaborato con decine di blog professionali e scritto libri, dedicandomi in particolare a business e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), posso aiutarti a creare il tuo brand e a gestire un blog.

Leave a Reply

Apri chat
Benvenuta!
Sei una mamma freelance? La prima consulenza di Crea il tuo Brand è gratis. Verifichiamo insieme le tue competenze digitali, così da portare il tuo lavoro online e promuoverti sul web.
Fissa ora il tuo appuntamento