Sei una mamma che lavora da almeno 6 mesi e hai un figlio con meno di tre anni? Allora puoi richiedere mamma@work, un finanziamento a tasso molto agevolato, con lunghi tempi di restituzione e senza garanzia.

Vediamo di cosa si tratta nel dettaglio.

Mamma@work, il credito di Intesa San Paolo per mamme con figli piccoli

Dalla nascita fino ai tre anni, un figlio assorbe la qusi totalità del tempo e delle energie di una mamma. Conciliare lavoro e famiglia è davvero difficile senza aiuti. Motivo per cui, nel solo corso del 2019 (quindi in un periodo ancora sconosciuto al Covid-19) le dimissioni di mamme lavoratrici sono state oltre 37 mila. E la motivazione è stata proprio quella di non riuscire più a conciliare le esigenze lavorative con quelle della famiglia.

La ricerca Ipsos aggiunge che il 37% delle donne con età compresa tra i 25 e i 49 anni che ha almeno un figlio, non lavora. E la percentuale sale con l’aumentare del numero dei figli: si arriva fino al 52,5% con mamme di tre figli o più.

Tra i motivi principali ovviamente l’impossibilità di poter contare sull’aiuto dei nonni, che magari non ci sono o ancora lavorano a loro volta. E sul fatto che le rette di asili nido e le baby sitter sono troppo costose.

Grazie a questo prestito è possibile affrontare questi primi anni con maggiore tranquillità. Il denaro si può utilizzare per ogni tipo di spesa, dall’asilo alla tata.

Le rate sono semestrali fino ad un massimo di 30 mila euro e i 6 anni d’età del bambino. Si può scegliere di rimborsare il prestito fino a 20 anni di tempo, così da diluire molto le quote di rimborso.

Cosa succede se nel frattempo la mamma perde il lavoro? Le rate continuano per sei mesi, per dare il tempo alla mamma di ricollocarsi. Altrimenti si sospendono e continua il rimborso fino a scadenza delle somme di cui si è usufruito fino a quel momento.

 

Natalia Piemontese

Natalia Piemontese

Sono Natalia, mamma freelance e da 10 anni lavoro sul web. Ho contribuito a decine di blog professionali, dedicandomi in particolare a risorse umane e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), spero di poterti essere utile nel gestire il tuo blog e aiutarti a creare il tuo brand.

Leave a Reply