Skip to main content

Calcolare a sommi capi quanti soldi avere da parte a 50 anni è un test importante per scegliere come investire per il proprio futuro.

Non è mai troppo presto per cominciare a risparmiare. Tuttavia, è interessante notare che mentre la maggior parte delle persone non inizia seriamente a farlo tra i 20 e i 30 anni, diventa essenziale più in là nella vita.

Quanto denaro dovresti avere messo da parte quando compi 50 anni?

Abbiamo raccolto i consigli di Sallie L. Krawcheck, consulente finanziaria specializzata nelle esigenze di risparmio femminile.

Quanto denaro dovresti avere in banca per essere tranquilla

La tranquillità finanziaria è soggettiva. Ci sono persone che riescono a far quadrare i conti ogni mese senza problemi, anche se vivono al limite, mentre altre si preoccupano per ogni imprevisto, nonostante abbiano dei risparmi sul conto in banca.

Tuttavia, è possibile cercare di dare un valore indicativo per capire se si sta risparmiando bene o se è il momento di gestire le proprie finanze in modo diverso.

Per vivere tranquilli, il consiglio è di riuscire a mettere da parte almeno il triplo di quello che si spende abitualmente ogni mese e di aggiungere 1.000€ per gli imprevisti.

In generale, una coppia con due figli ha bisogno di circa 3.000 euro al mese per vivere senza preoccupazioni. Tuttavia, questo dipende da molti fattori.

Quanti soldi bisogna avere da parte a 50 anni

Detto ciò, è evidente che le esigenze variano a seconda delle diverse fasce d’età. I risparmi stessi assumono un valore diverso in base all’età che si raggiunge.

Fino a 40 anni, di solito si investe nel proprio futuro professionale e lavorativo, ci si forma e ci si aggiorna, si acquista una casa e si mettono al mondo figli.

I risparmi sono sempre importanti, ma la loro finalità cambia nel corso degli anni. A 50 anni, nell’ipotesi migliore, i figli sono già adulti e si è finito di pagare il mutuo. È quindi il momento giusto per investire i propri soldi in assicurazioni integrative per la pensione e per le cure mediche.

Tuttavia, attenzione, perché come sottolinea la Krawcheck, i 50 anni rappresentano un traguardo importante per tutti, ma soprattutto per le donne. La ritrovata indipendenza, con i figli ormai autonomi, spinge a fare una valutazione della propria vita e carriera fino a quel momento.

Ciò che molte persone erroneamente definiscono “crisi di mezza età” in realtà si traduce in una piena consapevolezza di se stessi e dei propri desideri.

Non sono poche le donne che, raggiunta questa età, iniziano a desiderare un cambiamento nella loro vita.

Quindi, chiunque abbia dei risparmi può utilizzarli per reinserirsi nel mondo del lavoro ad esempio come libero professionista. In alternativa, può pensare di acquisire nuove competenze digitali, aprendo così la porta a nuove opportunità lavorative in settori affini o completamente diversi.

Se si hanno soddisfazioni lavorative, buoni guadagni e dei risparmi, raggiungere i 50 anni può rappresentare un traguardo importante. E finalmente decidere come investire al meglio i propri soldi.

La libertà finanziaria è un obiettivo ambito da molti, anche se spesso viene mantenuto segreto.

Ma come si fa? Soprattutto per chi è alle prime armi, il consiglio è di valutare le diverse opzioni di investimento disponibili, in base alla propria situazione personale ed economica.

Oggi è possibile iniziare a investire anche piccole somme di denaro, ad esempio 20-50 euro, utilizzando siti web e app di trading affidabili e verificati.

In generale, senza entrare troppo nei dettagli del calcolo, in Italia sono necessari circa 300mila euro per potersi permettere di smettere di lavorare a 50 anni.

Per chi però vuole trasferirsi all’estero, laddove il costo della vita è più basso, si può diminuire anche di molto il budget e pensare di smettere di lavorare a 50 anni, creando una rendita passiva.

Natalia Piemontese

Sono Natalia, un Master in Risorse Umane, due figlie e dal 2009 sul web come redattrice e copywriter freelance. Ho collaborato con decine di blog professionali e scritto libri, dedicandomi in particolare a business e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), posso aiutarti a creare il tuo brand e a gestire un blog.

Leave a Reply

Apri chat
Benvenuta!
Sei una mamma freelance? La prima consulenza di Crea il tuo Brand è gratis. Verifichiamo insieme le tue competenze digitali, così da portare il tuo lavoro online e promuoverti sul web.
Fissa ora il tuo appuntamento