Skip to main content

Trovare lavoro a 50 anni è possibile? Sì, a patto di ribaltare ogni convinzione oggi stesso ed essere anche pronti ad aprirsi a nuovi orizzonti.

La questione è delicata, dal momento che non è facile mettersi nei panni di chi perde il lavoro alla soglia di questa età.

Ma, una volta superato un più che comprensibile momento di sconforto, bisogna rimettersi in pista.

Anche perché, rimanendo a letto o sul divano, senza dubbio le cose non si risolvono. E, è bene ricordarlo, le persone sono molto più propense ad aiutare chi non si perde d’animo e reagisce e non chi si piange addosso e si lamenta della propria sorte.

Come si fa a trovare lavoro a 50 anni

Il primo passo è fare un bilancio delle proprie competenze. Vale a dire: cosa so fare? Nero su bianco, su una bella lista, per avere chiare le competenze che si è sicuri di padroneggiare.

Per la ricerca di un lavoro a 50 anni si può partire da qui ma a volte non basta. Infatti, nella colonna accanto alle “competenze che ho“, è indispensabile anche annotare quali sono le “competenze necessarie” per poter svolgere un determinato lavoro.

Facciamo un esempio. Hai lavorato per anni in un call center. Scrivi quello che sai fare ma anche quello che vorresti imparare, per fare altro. Hai sempre avuto la passione di preparare dolci in casa e vorresti proporti come cake designer, lavorando in proprio?

Bene, quali competenze ti servono per svolgere questo mestiere? Quali sono le qualità necessarie? Ecco allora che dovrai trovare il modo di acquisirle, facendo pratica in un laboratorio oppure seguendo un corso professionalizzante.

Il modo migliore per trovare lavoro a 50 anni  è rendersi visibili il più possibile. Attraverso il passaparola tra amici e parenti ad esempio o tramite i social network.

Cosa fare dopo i 50 anni

Giunti alla soglia dei 50 anni, comprendi che non è più solo una questione di soldi. Probabilmente i tuoi figli sono già abbastanza grandi e puoi permetterti di investire un po’ di tempo in più nel tuo lavoro.

Ciò su cui è importante concentrarsi a 50 anni sono due punti in particolare:

  1. essere realistici su ciò che si può fare/realizzare
  2. puntare sull’auto-realizzazione.

Accettare lavoretti per conto terzi senza dubbio aiuta a sbarcare il lunario ma proprio perché i figli ora sono più autonomi, è davvero importante riuscire a ritagliare anche due ore al giorno per se stessi e portare avanti un progetto personale da realizzare.

Quali lavori si possono fare a 50 anni

In qualità di dipendente puoi tentare due strade. La prima è quella della partecipazione a un concorso pubblico ad esempio, dal momento che non esiste un limite di età per la maggior parte di essi.

Quindi, è il momento di monitorare i vari bandi di concorso, sia per laureati, per diplomati oppure per chi ha la licenza media.

Come lavoratore dipendente nel privato, il consiglio è di focalizzarsi su quegli annunci di lavoro dedicati agli over 50, dal momento che esistono svariate agevolazioni alle assunzioni di questa categoria di persone. E l’aspetto più interessante della cosa è che a volte neppure il datore di lavoro sa che può approfittare di questi bonus per assumere un cinquantenne. Vale la pena dunque informarlo della cosa, magari indicandolo nella lettera di presentazione che gli manderai.

Infine, c’è una terza strada percorribile per trovare lavoro a 50 anni ed è quella di mettersi in proprio. Ebbene sì, se fai il punto sulle tue competenze, e decidi di aggiornarti acquisendone altre (ad esempio digital skill), puoi lavorare come libero professionista da casa.

Ti occorrono Pc e wi-fi, un sito web, profili social e tanto impegno.

Che corso fare a 50 anni per trovare lavoro

Uno degli ostacoli principali che un datore di lavoro vede nell’assunzione di un over 50 è proprio il fatto che non riesca a stare al passo coi tempi. 

D’altronde, una persona di questa età è solitamente meno assenteista rispetto a un ragazzo, ha figli già grandi, è più autonomo e ha senza dubbio esperienza: insomma i vantaggi nell’averla come dipendente sono numerosi. Anzi, in alcuni lavori, l’età matura è sinonimo di maggiore affidabilità (si pensi alla cura dei bambini, degli anziani, alla gestione di un franchising…)

Il punto debole è che però spesso non sono aggiornati, non sanno usare App e social, non hanno competenze digitali adeguate per salvare un documento in cloud, scaricarlo, inviarlo via mail ecc).

I corsi da iniziare a frequentare fin da subito sono tanti, soprattutto online.

Se scegli di lavorare come freelance, offrire i tuoi servizi o consulenze online, aprire un e-commerce allora ti consiglio di dare un’occhiata al corso Crea il tuo Brand, completo a 360°C per diventare freelance.

Non esitare a chiedere informazioni!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Natalia Piemontese

Sono Natalia, un Master in Risorse Umane, due figlie e dal 2009 sul web come redattrice e copywriter freelance. Ho collaborato con decine di blog professionali e scritto libri, dedicandomi in particolare a business e tematiche del lavoro. Siccome sono sopravvissuta (felicemente), posso aiutarti a creare il tuo brand e a gestire un blog.

Leave a Reply

Apri chat
Benvenuta!
Sei una mamma freelance? La prima consulenza di Crea il tuo Brand è gratis. Verifichiamo insieme le tue competenze digitali, così da portare il tuo lavoro online e promuoverti sul web.
Fissa ora il tuo appuntamento